Uscire dall’acqua dopo 3 bracciate e sentirsi il fisico di Ian Thorpe

acqua– “Oh Gimmy, rimani a purdiare sotto l’ombrellone fumando porri o vieni a farti un cazzo di bagno in acqua così ti stacchi un po quelle mosche di dosso?”

– “Vamos, correndo, un, dues, tres .. SPLASH… SPASH SPLASH YUUU. IO ESCO, VADO A GIRARMI UN CANNONE”
– Di già??? Mandroneddu
– ESCOOOO (mmmm UAU jimmy, ma sai che non sei affatto male fisicamente? Adesso fai finta di niente, fissa quella pivella, fissala. Hey baby, ti piacciono i miei cinquicipiti, vero? Disigia baby, non mi puoi avermi. Però dove ho messo le cartine, porcabbagassa) ”
Stile biberon.

A songonfioperso persone piace questo elemento

Quelli che l’HOLI COLOR lo facevano all’asilo.

asilo

“E mi facevo ancora la cacca addosso, zio. Me lo ricordo come se fosse domani guarda. Ero all’asilo, giocando con i compagnetti a colorare tutto quello che ci capitava: quaderni, mani, gambe, occhi, vestiti, lingue, tonsille, muri, bidelli, maestre etc. Mamma viene a prendermi e mi ritrova tutto stracosciato, cagato dalla testa ai piedi, pieno di mosche, con la roba della Benetton tutta macchiata, e vomitando colori che li stavamo anche mangiando. Son tornato a casa e mi ha prima messo in lavatrice e poi dato una sussa con la pompa. Dal giorno non ho più colorato niente, tifo la Juve e adesso aggiusto televisori in bianco e nero”.

Enrique Iglesias denuncia Enrique Iglesias per plagio.

Enrique

Il cantautopo spagnolo accusa:”Bailando” es identica a “El Perdon”, puerca scrofa de la puta madre de Enrique. Yo so que es una canción de mierda, pero dos canciones de mierda son troppes , imbécil escroto de ipopotamo en calor. Tun tadun tattun, es egual. Ho fattos un montón de dinero con esa canción de vómitos, pero no es justo que con esta otra canción creada en tres minutos da un niño de trece años, sordo y estúpido, esto imbécil sigue produciendo dinero y se coddas modelles de Dolce & Gabbana, hijo de meretrices bastardas”

STORIE D’ESTATE: la partita di calcio in spiaggia.

calcio

Estate, caldo, spiaggia affollatissima.

Cricca di ragazzini pieni di vita, ormoni a palla, che organizza la finale di Champions League in mezzo agli ombrelloni e agli asciugamenti degli altri felicissimi bagnanti.

I due capitani, quelli che picchiano più degli altri, formano le squadre. Due infraschizzo e due tubi di ombrellone come pali, un tango come pallone, in modo che, al primo stop o tiro, il pallone prenda traiettorie random alla Holly e Benji.

Tracciano le linee del campo, dritte come il naso di Chiellini dopo il consueto scontro di gioco, arbitra nessuno, come sempre, perché tutto é concesso: calci, pugni, schiaffi, sgambetti, bestemmie.

Iniziano, litigano, corrono, sudano, urlano, segnano, esultano, sbordano, sollevano sabbia, sporcano asciugamani, sputano, distruggono ombrelloni, ruttano, rovinano pennichelle, generano bestemmie.

Puzzano di ascelle, birre del discount, fogna ed ormoni, si falciano, compiono placcaggi, rovesciate, tacchi, gomitate, vecchiette, falli da dietro, gambe tese.

Non pensano a nulla, inseguono il pallone che cambia traiettoria nell’irregolarità della sabbia che nasconde cicche, plastica, vetro, pezzi di legno, spine, stecche di gelato e pietre, anche appuntite.

Un ragazzo, solo davanti il portiere, carica il tiro e “AHIIII”, a terra: falciato da dietro dal cattivone di turno, calcio di rigore, per forza.

Nessuna polemica, il fallo é evidente, il ragazzo non può più camminare, é a terra, dolorante. La sua Estate é finita oggi.

La signora dell’ombrellone accanto sorride e senza farsi vedere sussurra al proprio marito: “CHE PECCATO GUARDA “.

Nessuno si avvicina a soccorrerlo, NESSUNO.

Ma la partita continua, c’è la birra al chiosco, quella di marca, in palio.

Il ragazzo più grande e cattivo di tutti si incarica di battere il rigore, si impone con la forza, spingendo i compagni e nessuno si permette di contraddirlo.

Il suo cervello elabora un solo dato: TIRARE FORTE, FORTISSIMO.

Vuole solo segnare, tirare con tutta la propria potenza e fare MOLTO rumore.

Non gli importa di nulla: non gli importa se, una volta colpito il pallone con tutta la propria forza, quest’ultimo possa finire in faccia ad un bambino o nei testicoli del bagnino o sul naso di una ragazza dal viso assai carino.

Vuole solo il goal, per poter esultare facendo il “gancio più dito medio” al portiere, urlare a squarciagola, correre dove cazzo capita e sporcare tutti gli asciugamani possibili.

Si prepara, guarda il pallone, prende la rincorsa, pensa al ragazzo che gli ha rubato la ex fidanzatina storica, si incazza, carica il tiro con tutta la potenza che ha a disposizione e………………………… SBBBBBBAAAAAAAAAAAMMM….. “AHIIIIIIIIII AHIIIIIIIIIIII AHIIIIIIIIIII AHIIIIIIII”.

Il ragazzo si accascia a terra, perde sangue, vistosamente.

Il portiere si avvicina sul punto in cui é stato battuto il rigore e sotto la sabbia nota una pietra, molto molto appuntita e tagliente.

Il ragazzo continua a perdere sangue, la gente lo guarda e ride ma nessuno si avvicina. Il sangue sgorga come un fiume.

Ad un certo punto si avvicina un vecchietto: baffi bianchi, pochi capelli bianchi e occhiali da vista colorati, forse un dottore.

“Sembra Gino Paoli” dice, ridendo, uno dei ragazzi.

Il vecchietto si avvicina al ragazzo più grande, più cattivo e più molesto di tutti, quello che sanguina e piange come una femminuccia.

Si avvicina, si inchina lentamente poggiando un ginocchio sulla sabbia, raschia la gola come se si stesse preparando a dire qualcosa di importante, lo guarda, sorride e ,con voce romantica, comincia a cantare:

“SAPORE DI SANGUEE… SAPORE DI MALEEE”.

Commentare scrivendo “Sì, ma i Marò?” foto di tizie in spiaggia.

marò

– #instabeach #summer #beach #amiche #instabikini #beautiful #calippoallacocacola #facendodisigiare #friends #beauty #amichebagasse #blue #topmodel #fun #cool #forever #happy #vorreilapellenera #blonde #misonbruciata #foil #chimimettelacrema .
– “Ok, ma i marò?? Nessuno pensa ai marò?”
– Emma Marò? Eh?????
– Tutti al mare e nessuno che pensa a loro. Ridateci i MArò!!!1!

Mondo Ichinusa 2015, nomi quasi certi: dagli Iron Maiden a Gianni Bella.

ichinusa

ORISTOWN. Il 3 e 4 Luglio torna Mondo Ichinusa, nella spiaggia di Marina di Torregrande e le prime indiscrezioni fanno già sclerare. Dagli Iron Maiden a Gianni Bella, dai Muse ai Ragazzi Italiani, dai Pearl Jam a Peppineddu Coddapaiolusu. Ma non solo. La lista dei papabili si allunga di giorno in giorno e, a questi nomi oramai certi, si aggiungono i Foo Fighters, Gerardina Trovato, i Soundgarden, Giorgio Mastrotta & Materassi’s Band, The Beatles, Motoretta (from Chiagliari), i Queen, Orietta Berti, Burzum, Davide Mengacci, i Green Day, Pino e Daniele, Alexia, i Dream Theater, Skin, i Negrita (per la prima volta in Sardegna), The Doors, Ambra Angioini e Pitbull Feat. Tutti. Durante la manifestazione, che conta oltre 3000 tipi di birre burde portate da casa, verrà anche venduta la birra Ichinusa.

Quelli che hanno un amico pilota di scie kimike.

scie

– Che palle amore. Questo weekend ha messo pioggia, altro che scampagnata. Peccato, te l’avrei data per la prima volta, tra le montagne che hanno profondamente segnato la mia infanzia. eh già”
– Naa.. NO PROBLEM baby. Metti a lucido la tua vagy. Per mia fortuna conosco Tom Chemical, pilota di aerei di scie kimike degli illuminati degli Stati Uniti. Mo gli mando un messaggio su Uozzap e gli dico di non passare sabato. Gli dico di non spaccare il cazzo e di andare in Sicilia ihihihih.
“Hey Tom, how are you? Please: this weekend i’ve to FUCK for the 1st time with my gf. Go to Sicily and don’t brake is callonisi. I devo you a beer or one passada de mink if my gf don’t give it to me”.