Fa un soffocotto a uno sconosciuto sul bastione: aiutatemi a ritrovarlo

Ketty aveva fatto una scommessa con le amiche bagassotte, ma la storia ha preso una piega inaspettata..

Ketty Possino, 19enne del continente, è una tipa con le idee chiare.

Così, giunta a Chiagliari in vachianza ha subito detto alle sue amiche «Salirò in cima al Bastione e farò una pompa al primo che capita». Una delle solite scommesse per divertirsi in vacanza, insomma. Ma a quanto pare la cosa si è trasformata in qualcosa di molto più mincheguaglia.

«Sarà il più grande rimpianto della mia vita, se non lo farò», aveva dichiarato Ketty alle sue compagne di viaggio. Arrivata in cima al monumento più ti caghi della chiapitale della Sardegna, la ragazza ha visto un pusher e gli ha chiesto se gli poteva cortesemente fargli un chinotto.

Il tutto è stato documentato e condiviso, ovviamente, con un video pubblicato su Instagazz.

A Paoletto, questo il nome dello spacciatore, è stato anche concesso un bis, perché anche la mamma della ragazza voleva vedere coi suoi occhi, in videochiamata.

Qualche giorno dopo, tornata a Civitagiovane, si é finalmente decisa a ritrovare il bel Paoletto, di cui conosceva solo il nome, lanciando un’autentica caccia alla minca sul web tramite l’hashtag: #ritrovatelapillettadiPaoletto.

E gli internauti del mondo l’hanno accontentata, rintracciando Paoletto al Mc Donalds di via Bacaredda in fame chimica.

Purtroppo, però, la brutta scoperta: Paoletto é ghei e quel giorno si é fatto s***pinare solamente perché era sfatto ammerda e Ketty le sembrava un maschio.

Quelli che “LA SARDEGNA, UN PARADISO” e poi lasciano le peggio scorie in spiaggia.

sardegna

– “Questa é la Sardegna gazz, senza parole zio. Squartarata di tramonto ahnò? Svisa. Spettacolo puro questo cazzo di mare raga, una bomba. Ci credete che mi viene la pelle d’orca per la fortuna che siamo di questa terra, se ci pensi? Il mare cristallineo, la macchia mediterracqua, le specialità cucinaree, i Tezzenda, la figa e le tradizioni tipo i mamuttores, la sardiglia, il maialetto e altre storie. Ma lo sapevi che quel cantante Deandrea aveva scritto una storia tipo “la sardegna forse che é paurosa a livello di coste,montagne, altre cose ed é il posto che dio ha creato come sedè il paradiso” Dopo lo scrivo anche su facebook questa cosa profonda gazz”

– “Gigi, paradiso paradiso, ma raccogli le bottiglie di birra che sembra che abbiamo un fatto un cazzo di rave abusivo in spiaggia, rcabbagà. Fiasta accanta de lassai eternit puru cunneziarua”

– “Mattagaa.. minca ma stai sterzando ghe mi porto tutta questa aliga in macchina. Ma zero. Secondo te mi metto il pudesciori di birra nel cofano che dopo devo uscire con una tipa moldava? Sigò, tanto cosa ti credi? Passano a pulire, sicuro. Male che vada il mare lo porta dall’altra parte, cosa c’è l’Albania? Chi si goddinti che vengono ad invaderci coi gommoni”

– “Oh Gigi gazz… lo prendo io, po caridadi”

– “Eh ashcò, ma fai il cazzo che vuoi. Oh. Aspè che prima di andare che faccio una foto che la pubblico su instagazz.

‪#‎sardegna‬ ‪#‎paradiso‬ ‪#‎natura‬ ‪#‎instabeach‬ ‪#‎spettacolo‬ ‪#‎sugunnu‬‪#‎spaccatroddi‬ ‪#ecologia #‎acquaazzurraacquacalma‬ ‪#‎deandrea‬‪#‎lasardegnalecosteelealtrestoriechediohapensatocomeilparadiso‬

Presentarsi a MASTERCHEF con una fetta di “PAI E TAMMATTIGA” e prendere a sprangate nei denti i giudici alla prima battutina

masterchef

Studi di Masterchef
– “PRATICAMENTE NIENTE, HO PRESO IL PANE, IL CIVRAXIU, TAGLIATO A FETTE CON L’ARRESOJA, IL GORTELLO SARDO, ABBRUSTOLITO COL FUOCO E GLI HO LUNTO IL POMODORO. OLIO, SALE, ORIGANO E VUALA’ , MINCAMMIA A TUA MAMMA BAGA’ “
– “Tu ti presenta quì da noi che siamo chef di livella mondialo con questa cacata qua? Ma come ti permette? Ma non ti vergogna? Che cosa ti è sfrullato nel cervella?”
– “OH TESTA DI LAMPADINA. TU E GLI ALTRI DUE GHE C’HAI DIETRO. GUARDATE DI NON FARE MOLTO GLI SPIRITOSI E VE LO STO CONSIGLIANDO DA PERSONA CALMA.
TOCCATEMI TUTTO MA NON IL PANE CON TAMMATTIGA, NON PERMETTETEVI, NON AZZARDATEVI, PERCHE’ VI STO FACENDO I DENTI A TRASSA DI MAGLIA DELL’ASCOLI, VE LO STO DICENDO.

CHIEDIMI SCUSA TESTA DI GLANDE E MANGIATELO SUBITO CHE L’HO ABBRUSTOLITO ADESSO ADESSO E SI SFREDDA. E SE VEDO CHE NE LASCIATE UNA BRICIOLA VI CONVIENE FUGGIRE A TRASSA DI BOLT, CHE NON SI OFFENDE MAI SU PAI CON TAMMATTIGA, CUNNEMAMMAEOSATTRUSU”.

Master Scem.
A permeésì persone piace questo elepiatto.

Gianfranco e Naoko – Storia di un ragazzo sardo e una ragazza giapponese.

Gianfranco e Naoko – Storia di un ragazzo sardo ed una ragazza giapponese. from Enrico Secci on Vimeo.

 

Questo é forse l’unico contenuto SERIO all’interno del mio blog!
Questo video, che dedico ovviamente a mio cugino Gianfranco e mia, oramai, cugina giapponese acquisita Naoko, vuole raccontare la loro storia personale con l’ausilio delle loro foto.

Il video é stato messo in rete per permettere a tutte le persone sparse per il mondo, che conoscono i protagonisti, di visionarlo: ovunque esse si trovino.

Gianfranco, nato a Villacidro, paesino della Sardegna e Naoko, di Osaka, vivono a Sydney. Sono entrambi dei giramondo.

Un giorno, Naoko, amante del cibo e della pizza italiana, decide di andare a cena nel ristorante nel quale lavora mio cugino, Gianfranco. E’ in quella occasione che si vedono per la prima volta.

E proprio la bontà di quella pizza determinerà gli altri incontri.

Il resto, come nelle più belle storie, avviene di conseguenza e il 23 Novembre del 2014, questo ragazzo sardo e questa ragazza giapponese hanno coronato il loro sogno a Villacidro, paesino di quattordicimila abitanti, in mezzo ai loro parenti ed amici villacidresi, sardi, giapponesi, austriaci e tedeschi.

Io ho avuto l’onore di far da animatore a questo matrimonio e vi assicuro che é stata una bellissima esperienza: il resto lo scrivo nel video che contiene due pezzi scelti da me (Nanneddu Meu e Ko Wa Totsuzen) che fanno da colonna sonora per le foto della loro infanzia e due scelte dagli sposi (Vivo per lei di Bocelli e Giorgia e A sky full of stars dei Coldplay) .

Per concludere, da questa esperienza ho capito una cosa: il mondo é davvero piccolo, molto, molto piccolo.

Buona avventura assieme Gianfranco e Naoko.

Vostro cugino.


00