Renzi si giustifica: volevamo fare il gioco dei pacchi.

pacchi

“Volevamo solo fare il jioho dei pacchi, “Affari tuoi“.
Con queste parole il premier, Matteo Renzi, si sarebbe giustificato per la vergognosa vicenda delle veneri capitoline celate tramite scatole in cartonfecola, durante la visita del presidente iraniano Rouhani.

“Alla fine s’è tenuto il pahho, maremma mahiala. Gli abbiamo proposto la Venere Esquilina più una cena per due persone nella trattoria di mio zio, ma lui non ha accettato e alla fine, nel pacco, c’era una motoseha. Era molto hontento, ha detto he la userà per tagliare la legna visto he dalle sue parti fa molto freddo”

Affrontare gli orali universitari con atteggiamento spaccone alla Pedro Valti

orali

Giorno degli orali:
– “Allora, signor Barrosi, mi dia la definizione di limite”

– “La cipolla?”
– “Questo non é un villaggio turistico, la prego di rispondere in maniera seria, per rispetto di chi hai dietro”

– “Per me é la cipolla”

– “Benissimo la risposta é errata e quindi le porgo la seconda domanda. Mi parli della serie geometrica”
– “Passaparola”

– “Credo che lei non faccia ridere, signor Barrosi”

– “Faccio piangere? MI vien da piangere anche a me, guardi. Non vedo l’ora di tornare a casa e mangiare la pasta e fagioli guardi”

– “Bene, tra pochissimo sarà libero di andare a casa. E la prego comunque di stare calmo perché torno a dirle che é in un’aula universitaria

– “Mi vede agitato?”

– “No, mi sto agitando io. Quindi tra un po’ l’accompagno all’uscita”

– “Può anche farlo subito, non é un problema”

– “Ok, grazie, ciao”

– “Ciao arrivedercii”