Insulta la Lucarelli su Facebook: capo lo promuove da saldatore a vicepresidente

lucarelli

Porto Toner: si chiama Tore Salda il 32enne saldatore sardo che, nel giro di pochi giorni, é diventato il nuovo vicepresidente della “Santa Sarda Salda Essepià”.

Tore, appassionato di social e admin del celebre gruppo Facebook “Seghe Bitter e Agricoltura”, avrebbe insultato la journalist del Fatto Quotidiario, Selvaggia Lucarelli, definendola una “Belèn”.
L’ex concorrente della Fattoria, dopo avergli dedicato un post lungo 433 kilometri su Facebook, non ci ha pensato sei volte prima di telefonarlo, in diretta radiofonica, con l’intento di fargli perdere ragazza, verginità anale e posto di lavoro.

Tore, convinto che si trattasse di uno scherzo di un Giannetto, il suo vicino di terreno, ha risposto con rutti e peti a ripetizione. La Lucarelli, ancora più adirata, ha subito chiamato il presidente della Sarda Sarda, John Peter Capoccioni, il quale, dopo aver sentito la storia, ha cominciato a ridere e ha promosso, in diretta, il suo dipendente, aumentandogli lo stipendio da 700 a 7mila euro, più macchina aziendale e buoni pasto da 100 euro al giorno.

Tore, qualche giorno dopo, ha nuovamente scritto un post su Facebook, taggando la giornalista e definendola una “Belèn al quadrato”.
Sta ancora aspettando la sua chiamata, nella sua villa a Miami.

#fakenews

Restituisce 180mila euro – Mamma del Dibba: “Ma allora sei un coglione”

dibba

Alessandro Di Battista, detto Dibba!!1!, deputato del movimento 5 stelle, trascrive su Facebook un dialogo tra lui e la madre dove le spiega come mai, abbia deciso di restituire ai cittadini 178mila euro circa di tasca sua.

– Mamma Di Battista: ‘Alessandro ma è vero che guadagni 10.000 euro al mese? Manco la lavastoviglie a mamma hai comprato’.
– Io: ‘Scusa mamma ma dove l’hai letta questa stupidaggine? Scommetto dai i mass media controllati dal systema, dalle banke e dalle kase farmaceutike’
– Mamma: ‘Non lo so, non ho internet a casa’.
– Io: ‘Ma mamma l’ha detto Renzie, lui é un farzoo!’
– Mamma: ‘Ah, peccato, ci avevo creduto. Kaffe???’.
– Io: ‘Senti mamma piuttosto ti aggiorno, a luglio 2016 ho restituito 179.552,60 euro!’
– Mamma: ‘Ah, ma allora sei davvero un coglione. Come ho fatto a fare un figlio come te?’
– Io: ‘Sì mamma, hai ragione. Ma non mi sono fatto mancare nulla. Come sai ho donato in beneficenza 12mila e settecento euro ai bambini del biafrica, ho regalato un rene al consorzio dei disoccupati del Ruanda, sono andato in India ad aiutare i bambini a cucire palloni, senza farmi pubblicità e una volta ho mangiato la pizza al ristorante e ho comprato una bottiglia di vino bianco’.
– Mamma: ‘Appunto, sei un coglione. Ma vai a cercare la figa in discoteca o a pippare come fanno quelli della tua età’.
– Io: ‘Dai mamma, lo sai che voglio dedicare la mia vita alle le scie kimike e alle mandarli a kasa loro velocemente?’
– Mamma: ‘Ma il 28 sei a Roma?’
– Io: ‘No mamma, il 28 facciamo il “Restitution day” in una piazza di Firenze
– Mamma: ‘Allora posso venire a lanciarti le pietre assieme a Renzie e alla kasta?
– Io: ‘Solo se quando torno mi fai la minestrina di dado alla burda’
Mamma: ‘Merda ti faccio. Merda’.

Vekkiminkia che su Facebook offrono kaffèèè 23 ore su 24

kaffèèè

“BUONG1ORN1SS1MO AM1C1 D1 FEISSSS! PENA FATO IL kaffèèè. KI NE VUOLA UNA BELLA TAZINA FUMMANTE KE STA SALENDO ADESSO CRRRR??”
commenti:
– posso averlo gia zucheratto?

– cuanto ne vuoi di zuchero?

– fai un kucchiaino é mezzo se non e molto fortee

– Okkei. Uno e metà. Ekka te. Te l’ho gia giratto . Però aspeta due sekkondi ke e bollenteee

– Aiaaa.. tropo tardi ihihih. Dalla fretta mi sono brucciato la l’ingua. Però davero in tenso. ke marka e?

– E delle makkinete. Sono in fabrika Gianni, pausa kaffèèè

– Ah ekko. grazzie. la tazina lappoggio nel lavandino?

– Nooo.. lascia pure sul tavolo ke tanto dopo devo riordinare ihih

– buonag1ornata alloraaaa. ke il sole ti splenda degli okki

– buong1iorno anke ha teee.. non girarti delle persone false, rikordatelo!1!

Coffee and TVB.
A v3kk1m1nk14 persone non piace questo elemento.

 

Ragazzi che tramutano i like in indiscutibili chiavate.

chiavate

– “E’ fatta Paolè. E’ fatta. A breve vedrai incredibili chiavate in arrivo con Adriana Ligas

– “E non dirne. Racconta”

– “Praticamente 3 settimane fa ho pubblicato quella canzone che si intitola “Alga Chiara” di Vasco Rossi, che lei è vascodroghinizzata (o come si fanno chiamare i suoi fan?) e sta fisso pubblicando canzoni di Blasto. Dopo due ore, notificazione:
A Adriana Ligas piace questo elemento.
Là, mi son detto tra me e io, questa sta cercando cosa.
Vabbuò. Rimettiamola alla prova.

2 settimane fa ho pubblicato la scena del Titanic (che mi fa pure cagare a spruzzo) di quando lui la appuntella nella punta della nave , che lei é sempre stata innamorata di peppino di caprio. Un’oretta dopo, bustina rossa e TAC:
A Adriana Ligas piace questo elemento.

E ha pure commentato scrivendo “bellissimo”, sicuramente riferito a me.
E due. A quel punto mi son detto: vediamo se sta proprio cercando minca da me o cosa.

Settimana scorsa, per essere proprio sicuro, la prova finale: ho pubblicato la pagina facebook della macelleria del padre, “da Pasquale solo carne di maiale”, ha 28 fan che son quelli del suo vicinato. Ho condiviso la pagina scrivendo “ho preso l’ossubuco da Pasquale, una bomba raga”.
Aspetto 40 minuti e zaaac:
A Adriana Ligas piace questo elemento.
E mi ha pure scritto “grazie” nei commenti, eh.

A quel punto basta, non mi trattengo, prendo e le mando un messaggio privato su Facebook:
“Ciao Adry, ma sbaglio, o magari é la mia impressione, che mi vorresti coddare molto molto? Ah ah, ti sei fatta beccare. Fammi sapere che se ne stai cercando ne trovi anche”.

– “Ma sei matto. E beh? Lei cosa ti ha risposto?

– “Boh. Sicuramente non le funziona il computer perché vedo il suo nome e cognome in grigio”.

Vekkiminkia che commentano post con emoticons a cazzo.

emoticon
Pietro Guetta (ibizza style):
“Finarmente diplomattoooooo 🙂 .. evvaiiiiiiii. Adesso vado a spassiarmi a Ibizza prima ke mi iscrivo a luniversitàààà”

Anna Maria Ficchetta: “Bravoooooo il nipotte mio ( emoticon cane che lecca)
Pietro Guetta (ibizza style): “grazie 1000 zia”
Anna Maria Ficchetta:(koala che ride)
Anna Maria Ficchetta:(pastore che salta)
Anna Maria Ficchetta:(cuore spezzato)
Anna Maria Ficchetta:(ambulanza che corre)
Anna Maria Ficchetta:(bambino che piange)
Pietro Guetta (ibizza style): “però zia basta ke mi stanno arrivando cento nottificche”
Anna Maria Ficchetta:
 ” (marinaio che saluta)
Anna Maria Ficchetta: ” (cammello che beve)
Anna Maria Ficchetta: ” (gattino che piscia) scusa kome lo calco esce”

50enni che condividono post creati da BIMBIMINKIA.

post

– Giuseppino SpandauBallet Vardassi ha condiviso il post de “Lo stronzo abusato”: “Io non ci sono per nessuno, quindi guardatemi il culo e fottetevi -.- “.

Commenti: “Oh Piero… macheccazzo ti stai rincoglionendo? C’hai 53anni e tre figli, ma porca manovra, ,quella cosa, l’ha scritta un ragazzino di 13 anni di prima media, bocciato due volte in prima media. Ascolta, oh scolaretto ribelle, domani alle sei passo a casa tua che andiamo a fresare, altro che non ci sono per nessuno, ti faccio muovere quel culo…..lafigadituamamma”.

– Mariangela Iltempodellemele Bussona ha condiviso la nota de “La pikkola ribelle dolcina”: “La migliore arma contro la kattiveria? L’indiferenza. Perké se poi si accorgono che soffri e piangi allora é peggio. Kiama le amike e vai a fare sciopping e sorridi alla vita <3 “.
– Oh zia Mariangela, che cazzo sciopping se sei sempre vestita uguale. fai una cortesia, di a tua figlioletta Francy di rispondere a quel cazzo di telefono che son due ore che la chiamo? PS: ha detto mamma di chiederti quali pastiglie per il sonno stai usando, che anche lei, come te, é entrata in menopausa e a parte le vampate è fisso sveglia cagandomi il cazzo”.

Non posta la foto del suo gatto su Facebook: denunciato per maltrattamento di animali.

U7aDf

Caltanissesso(XW) – Sta creando scalpore la notizia che arriva dal Ueb. Kevin Boatette, un giovane laureato in disoccupazione, é stato denunciato dal Vuvueffe tramite una petizione onlain lanciata dal suo gatto Gerrigliùis Jr.

Kevin sarebbe stato accusato di non aver mai postato un selfie in compagnia di Gerrigliùis, nonostante una media di 4,4854 scatti postati quotidianamente su Facebook, che lo ritraevano principalmente solo o, al massimo, in compagnia del suo attaccapanni Giorgino.

Il felino, sentendosi discriminato nei confronti di tutti i suoi colleghi posers, ha prima aperto un suo profilo facebook (www.facebook.com/GerrigliùisIncazzatoneroJr) e ha, successivamente, utilizzato la potentissima arma della petizione onlain per raccogliere consensi.

Dopo aver raccolto ben 18,2 firme, ha contattato il Vuvueffe che si é subito mobilitato per denunziare il giovane Kevin che, ignaro di quanto stesse succedendo, si é ritrovato l’Efbiai dentro casa.

“Rischia una condanna da 2 a 37 anni” – ha dichiarato il procuratore distrettuale David Mandarino. Il giovane Boatette, in attesa di una sentenza definitiva, si trova ora agli arresti do-mici-diali, senza l’adsl e ha cercato più volte di togliersi la vita.

Il gatto Gerrigliùis, invece, si é trasferito a Portland (Messina). Ha creato l’AGNPSF  (Associazione dei Gatti Non Postati Su Facebook) e, grazie al suo successo, é uno dei principali candidati per la conduzione della prossima edizione di Castrogatto.

Commentare scrivendo “SBATTE UN GRAN CAZZO” i post nelle bacheca delle coppiette che certificano pubblicamente il loro amore

970229_538179389562637_1308263017_n

Poi segnalarli, eliminarli e bloccarli in massa lasciandoli con un solo amico: il loro partner. “Cucciolina ieri è stato sux. Passatti solo 3 mesi ma già 6 ttto x me e ti ammo come la primma vorta ghe ti o visto, ail of iu” – “NON CE NE FOTTE UN PENE. EVVIVA LA FICA. ELIMINA”. Dichiarazioni pubiche. A 1amicorimasto persone piace questo elemento.