Ultim’ora: Vince 5 euro con un Gratta&Vinci da 5 euro e se li tiene

gratta&vinci

Campobalzo: Il protagonista della curiosa vicenda, Giuseppe Parsimonia, é un 88enne neopensionabile del piccolo capol’uovo del Friuli Venezia Giura, appassionato da dieci anni di supervisione di cantieri stradali.
Giuseppe, dopo la sua consueta colazione al “Rozzi Bar” con cornetto e doppia Vecchia Romantica, dopo aver comperato il suo pacchetto di MS Mild gusto prima guerra mondiale, avrebbe acquistato, come ogni mese, in concomitanza con la pensione, un gratta&vinci “Turista sessuale”, dal costo di 5 euro.
Dopo aver grattato lo strato di amianto molto lentamente, avrebbe esclamato “Ho vinto, figa cazzo”.
Alla domanda del barista “ne vuole un altro uguale signor Parsimonia” avrebbe risposto con uno spiazzante “col cazzo nee. Addio a tutti, adesso devo correre da mia moglie, figa”.
Tra lo sguardo sbalordito dei presenti, Giuseppe é corso via coi 5 euro in mano, ha acceso la sua Ape Cross ed é partito impennando.
Era la prima volta che vinceva. (fonte: Levissima)

COME GUADAGNARE 40 EURO AL GIORNO SENZA LAVORARE (TUTORIAL)

guadagnare

Salve a tutti razzisti di tutta Italia ed iscritti alle varie pagine di “informazione” su Facebook quali “VERGONNA!!1!” , “AGLI ZINGARI LE CANTO”, “CREDOATUTTO.IT”, “MADOVELASTIAMOFINENDO”  e “NUOVO ORDINE MONDIAVOLO” e benvenuti al tutorial su COME GUADAGNARE BEN 40 EURO AL GIORNO, a spese dei contribuenti italiani e senza fare un beneamato cazzo.
In questi mesi tanti di voi hanno aspramente criticato gli extracomunitari che, venendo quì in vacanza con le loro navi, vivono a nostre spese ed utilizzano i soldi pubblici per spacciare, stuprare, derubare e vendere braccialetti che portano sfiga e cd di merda.
Abbiamo quindi deciso di ascoltare le vostre GRIDAAA!!1! ed abbiamo preparato per voi un tutorial completo che permetterà ANCHE A VOI di vivere di rendita coi mitici 40/50 euro al giorno più, ovviamente, tutti gli altri benefit che conoscete già e che elencheremo in seguito.
Siete pronti a fare la bella vita che fanno gli immigrati scrocconi?
Perfetto!
Cominciamo e buona lettura.

Per prima cosa occorre recarsi nel supermercato più vicino a casa e comperare del comunissimo carbone, quello adatto per le grigliate con gli amici, per intenderci. Non occorre un carbone di qualità quindi potete optare per quello col prezzo più conveniente.
Rientrati a casa potete prendere un pezzo di carbone e passarvelo prima in faccia, poi su gambe e braccia ed infine su tutto il corpo (tranne sul vostro pene, poi vi spiegheremo il perché).

Una volta raggiunto un colore scuro, maggiore uguale a quello del conduttore di colore Carlo Conti, procedete col secondo step.

Prenotate un volo di sola andata per la Libia: anche qui, non occorre che l’aereo sia di qualità, l’importante é che atterri, ma se non atterra e risparmiate ulteriormente no problem. Prendetelo e portate con voi un solo bagaglio a mano, contenente il sacchetto di carbone e i soldi per il vostro viaggio/crociera /vacanza da una vita.

Una volta atterrati in Libia (una città vale l’altra) cercate una viuzzola “tranquilla” e fate un gran bel falò con i vostri documenti (potete utilizzare anche il sacchetto di carbone). NB: Da questo preciso momento in poi non sarete più tenuti a pagare le tasse italiane.

Dopo aver perso lo status di “italiano coglione che paga le tasse per gli altri” potete finalmente recarvi al porto più vicino e chiedere per la prima crociera per Lampedusa.
Cercate di saltare la fila dicendo che avete il tavolo, prendetevi la suite imperiale e godetevi la traversata.

Arrivati a LampedU.S.A. il primo passo da fare é quello della scelta di un nome e cognome.

Non avendo più documenti potrete optare per i nomi più fighi che avete sempre sognato, come JASON CAZZOR ma, per non destare sospetti, utilizzate il classico Abdullah come nome ed, invece, un cognome ad effetto a seconda dei vostri gusti (vi consigliamo cognomi quali MINCHIAGIGA‘, PASSAGGIOALIVELLO, MANGIOASBAFO’ o MISCOPOTUAMO’).

Scelto il nome recatevi alla prima fila, quella per L’iPHONE.
Utilizzate l’astuzia ed il vostro insufficiente italiano per farvi largo tra i veri immigrati (attenzione che potrebbe esserci qualche finto immigrato come voi),  superando i veri africani e corrompendo con del carbone i commessi della Apple.

Una volta preso il vostro iPhone7 da 1 Tera (se possedete un altro iPhone potete anche venderlo e fare cassa) potete finalmente occuparvi del vitto ed alloggio gratis.
Per prima cosa recatevi nell’ufficio ALLOGGIO, state attenti a non mettervi nella fila degli zingari e, una volta corrotto con dell’altro carbone le altre persone in fila, scegliete la vostra villetta: consigliamo sempre la vista mare con piscina e campi da tennis.

Nello sportello a fianco potrete ritirare gratuitamente un depliant con, all’interno, una serie di ristoranti recensiti da Gambero Rosso, nei quali avrete diritto di MANGIARE A SCROCCA QUANTO VOLETE. E non solo. Vi verrà rilasciata una tessera, la “VITTO GRATIS CARD GOLD EDITION” che potrete esibire in ognuno di questi ristoranti (naturalmente a spese, neanche a dirlo, dei mitici contribuenti italiani).

Dopo aver ottenuto la vostra carta del vitto dovrete fare attenzione allo step successivo, quello della “misurazione della minchia”.

Infatti, lo status ufficiale di extracomunitario, per legge, viene dato solamente ai maschi col pene maggiore uguale a 25 centimetri. Per allungare il vostro pene non dovete fare altro che comperare della plastilina color marron/nero (non avendo ancora i 40 euro potete barattarla con il carbone rimasto), stendere la plastilina con un “mattarella” ed avvolgere il vostro fallo facendo più giri in modo da ingrossarlo. Date la forma che volete, a vostro piacere, l’importante é che non perda la fisionomia di una verga.

Allungata la nerchia recatevi al CCM (Centro Controllo della Minchia) e fatevi rilasciare i vostri documenti con nome, cognome, nome d’arte e centimetri.

Ultimo passo: ottenere i 40 euro al giorno.

Potete riscuoterli in tre modi:
a) Cash. Ogni giorno un fattorino vi porterà a casa 40 euro in denaro sonante ed una copia de “Il Giornale”;
b) Carta di Credito MasterCazz: potete ritirare la vostra carta, ritirare in contanti presso gli sportelli abilitati e pagare direttamente con la stessa card.
c) Gettoni d’odio.

Concludiamo il tutorial ricordandovi che avete diritto anche a numero DUE pacchetti di sigarette (brand a vostra scelta) e che, se non fumate, potete PER LEGGE rivenderli e farvi ulteriori 5 euro circa.

Ricapitolando.
Occorrente:
– numero 1 sacchetta di carbone.
– basta.

Speriamo che il nostro articolo per svoltare definitamente vi sia piaciuto.

Vi preghiamo di condividere il più possibile questo tutorial, le cose devono cambiare.

Vi ringraziamo per aver letto tutto e vi auguriamo un buon cambio di vita, tanti successi e buona abbronzatura tutto l’anno!!1!

Brunetta e “la legge della L”: proposta di legge sui bassi mincodotati.

303667_237204579660121_97723060_n

Brindisi (Cincin) – Crea scalpore la proposta di legge del capogruppo alla camera del PDL Renato Brunetta. L’ex ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, durante un convegno sui ciucci della Chicco, si è detto rammaricato ed infastidito per l’assenza di un riconoscimento speciale destinato alle persone basse-“mincodotate”, seguendo la cosiddetta “legge della L, nel programma del governo Renzi.
Brunetta ha dichiarato: “Mi sembra assurdo che nel 2014, in un paese democratico come l’Italia, non ci siano degli aiuti concreti verso gli uomini sotto il metro e sessanta che, sicuramente dotati di un grosso fallo secondo la famosissima “legge della L”, hanno molte più esigenze per quanto concerne il coddingio a pagamento.
“Mi sembra palese che tutti quelli come me, col pene inversamente proporzionale all’altezza,  non abbiano, da parte dello stato, un aiuto economico per condividere i centimetri della propria nerchia, per diffondere la nostra cultura in tutto il mondo.

La “minca card”, questo è il nome della tessera che l’ex ministro avrebbe scelto per la tessera contenente un contributo di 1200 euro spendibili in scioscio estero: “La minca card è Il futuro”, ha concluso il capogruppo alla camera del PDL.

Rimpiangere love stories mai nate per via dell’operatore telefonico

Non nasce giorno che non ripensi a quanto sia stato coglione.
Le dissi: “No guarda Ester, ci ho pensato bene. Sei bellissima, simpatica, intelligente, ricca, hai un culo perfetto e le tette giganti: ma hai wind, io omnitel e i messaggini li pago. Non possiamo andare avanti a squilli, lo capisci? Fatti risentire appena cambi operatore”.
Esse emme Ester.
A xmascard persone piace questo elemento.