Salvini gita a Mosca con t-shirt di Putin: aggredito da una scolaresca.

mosca

Tutta colpa della t-shirt di Putin. Questo il motivo che avrebbe scatenato il pestaggio del leader della Lega Matteo Salvini, da parte di una scolaresca di seconda media, proveniente da Sanpietroburger, in gita.

Salvini, dopo aver annunciato ufficialmente questo viaggio, 5 giorni prima, tramite la sua pagina Facebook, é volato a Mosca con volo Ryanair da 57,99€ andata e ritorno e zainetto invicta con mangiacassette, paninozzo con mortadella e fontina, macchina fotografica usa e getta, diario degli autografi, felpa Fido Dido legata in vita a poster dei marò da portare in dono al soggetto ritratto nella sua t-shirt: Putin.
Questo il messaggio postato sulla sua pagina Facebook prima di partire: “Finalmente, tra – di una 7mana realizzo il my sogno. Putin, i can’t see l ora di vederti e di stringerti la hand. Speriamo ke mi fa l’autografo e la foto assieme!!!1!!”.
Fatto sta che, una volta arrivato, é stato immediatamente aggredito da un gruppo di ragazzini ripetenti, per via della sua t-shirt. Fonti non certe hanno rivelato che gli studenti avrebbero urlato “Adele sings better than Putin”.
Un occhio nero e un’avventura da non ricordare, solo questo il bagaglio di ritorno del giovane leader del carroccio, che non é riuscito nemmeno a incontrare il suo mito.
Atterrato all’aeroporto di Milano avrebbe spiegato il perché del mancato incontro con Putin:”non ero in lista, non mi hanno fatto entrare e non c’avevo il numero del pierre”.

Commenta

commenti